Recensioni

Buchi nel deserto di Louis Sachar

Quando ho iniziato a leggere Buchi nel deserto, sul subito ho creduto che si trattasse di un libro un poco surreale ma dall'anima e le intenzioni prettamente umoristiche. Invece, non senza meraviglia, ben presto ho dovuto ricredermi...

Buona notte, Orso! di Bonny Becker

Quando è l'ora di andare a dormire ciascuno di noi ha le sue abitudini. C'è chi si sistema il cuscino in un certo modo, chi si prepara un bicchiere d'acqua sul comodino e chi, ancora, decide di indossare un bel cappellino da notte. Un momento! Ma io conosco qualcuno che fa esattamente queste tre cose...

Buongiorno Dottore di Michaël Escoffier

Andare dal dottore non piace a nessuno, soprattutto quando c'è una lunga coda da affrontare prima che sia il nostro turno: tra starnuti, lamentele, chiacchiere sul tempo, pianti e sbuffi d'impazienza, stare in attesa può rivelarsi una vera tortura! Eppure vi assicuro che c'è chi se la cava moolto peggio di così...

Buongiorno postino di Michaël Escoffier

La storiella che i cuccioli vengono portati dalla cicogna è una bufala, date retta a me. La verità è una sola ed è giusto che i bambini la sappiano: a condurre i neonati alle loro future case non è certo un volatile dal bianco piumaggio, bensì un efficientissimo postino. Be', forse efficientissimo non è la parola più adatta...

Guidone Mangiaterra e gli Sporcaccioni di Sebastiano Ruiz Mignone

Trovo questo libro una perla rara nel panorama del fantasy per bambini. Dai toni freschi e scherzosi, con scanzonata spensieratezza e divertita immaginazione, Mignone riesce a mescolare l'intreccio classico delle fiabe (la futura principessa che si ammala e ha bisogno di un medico speciale, perché nessun grande mago è in grado di guarirla) con gli elementi più interessanti e favolistici del nostro folklore...

Il Cavallino Ammaestrato di John Yeoman e Quentin Blake

La nostra storia natalizia della buona notte sta per cominciare; stringete forte il bordo del lenzuolo e aprite per bene le orecchie (non prima di averle sturate a dovere, naturalmente): lo sentite anche voi questo scalpiccio risuonare sempre più forte, in lontananza? Sì, non vi siete sbagliati, si tratta proprio di zoccoli... ehi, non sarà mica un cavallo, quello laggiù?

Il mostro peloso di Henriette Bichonnier

Il mostro peloso è uno dei libri che più ho amato nella mia infanzia. La storia è semplice: un giorno il re, smarritosi nel bosco durante la caccia, finisce dritto dritto nella caverna di un terribile mostro. Un mostro peloso, ma così peloso che neanche un trattamento completo nel migliore centro estetico della vostra città potrebbe renderlo un po' più carino...

Inkiostrik, il mostro dell'inchiostro di Ursel Scheffler

Inkiostrik è sì un mostro – che la scrittrice non risparmia di descrivere come nauseabondo, amante di tutto ciò che è brutto, orripilante e schifoso – ma fa anche irrimediabilmente ridere. È un mostro poco mostro, insomma. Di cosa potrà mai cibarsi una simile creatura? Di carne umana? Di bambini? Di altri mostri?

Io, la Giraffa e il Pellicano di Roald Dahl

Avete mai sentito parlare del Duca Riverenza? Ebbene, il suo palazzo conta ben seicentosettantasette finestre luride che hanno un bisogno disperato di essere tirate a lucido. Un lavoretto mica da poco, direte voi, che potrebbe dare parecchio filo da torcere anche alla squadra più solerte e volenterosa di governanti e maggiordomi...

La cosa più importante di Antonella Abbatiello

Qual è la cosa più importante del mondo? Avere la proboscide? Oppure gli aculei? Ma no, certamente è possedere un bel paio d'ali! Sciocchezze, molto meglio i dentoni o le orecchie lunghissime...