La Storia Infinita

  • Voto:
  • (5/5)
  • Età consigliata: da 11 a 18 anni
  • Editore: Corbaccio editore
  • Genere: Classici | Fantasy

Descrizione 

Sono particolarmente affezionata a questo libro perché mi ha permesso di riscoprire, a ormai ventitré anni, quando l'ho letto, l'autentica e genuina meraviglia, lo stupore e il fascino che solo i grandi capolavori sono in grado di suscitare in noi, a qualsiasi età. Durante il master di editoria che ho seguito nel 2012, in occasione di una recensione a tema libero che ci era stata assegnata, mi sono occupata, per l'appunto, de La Storia Infinita. Riporto quindi quanto avevo scritto, reperibile anche online sul sito del master, aggiungendo qualche integrazione per rendere la recensione più indicata a un pubblico di genitori.

Trama

Se un libro riesce a farti piangere, allora significa non soltanto che è valsa la pena leggerlo, ma anche e soprattutto che esso ha causato dentro di te un grande e profondo cambiamento (cosciente o meno che sia). Questo è il caso de La Storia Infinita.

Provate a immaginare un bambino che corre sotto alla pioggia, inseguito dai perfidi compagni di classe che vogliono dargli una lezione; osservate poi quello stesso bambino che si rifugia all'interno di una libreria, e lì si imbatte in un volume così singolare e affascinante che la sola cosa che può fare è sottrarlo al suo proprietario – un vecchio antiquario misterioso – e nascondersi nella soffitta della scuola per leggerlo. Bastiano Baldassarre Bucci, questo il suo nome, è un ragazzino impacciato e grassottello, privo di doti o talenti particolari, e sa bene che immergersi tra le pagine di un romanzo è l'unica consolazione che gli resta per sfuggire alla solitudine di un padre chiuso in se stesso e di una madre mancata molto tempo prima. È dunque con estreme naturalezza e gratitudine che Bastiano si lascia catturare dal volume che ha rubato, pronto per cancellare a colpi di fantasia la situazione difficile che lo circonda. Ma il libro che ha tra le mani è molto più di ciò che sembra. È molto più di quanto chiunque di noi sospetti che una copertina possa celare...

Bastiano comincia a leggere le incredibili avventure di Atreiu, un ragazzino coraggioso della tribù dei Pelleverde incaricato di cercare la cura per salvare l'Infanta Imperatrice. Quest'ultima, sovrana del mondo di Fantàsia, sembra infatti delibitata senza una ragione apparente e, oltre a consumare la splendida fanciulla, la malattia sta devastando la sua terra, in un cancro terribile chiamato il Nulla. Dopo che Atreiu ha vissuto esperienze straordinarie, in compagnia di creature benevole e malevole, Bastiano si rende conto che la storia non può proseguire senza il suo aiuto e che i personaggi parlano come se lo vedessero, come se lo sentissero e lo aspettassero; il terrore lo coglie mentre capisce che per restituire a Fantàsia la sua imperatrice e sconfiggere il male che la affligge, è necessario che lui stesso entri a far parte del volume e cambi il corso della storia, restituendo all'Infanta un nuovo nome e risanando il mondo ricorrendo alla sua fantasia... Inizia così il viaggio epocale e incantevole de La Storia Infinita, in cui realtà e immaginazione si intrecciano inscindibilmente e il lettore diventa creatura e creatore del racconto che sta leggendo, in un connubio straordinario, senza precedenti.

Autore

Michael Ende è stato uno dei più grandi scrittori di libri per l'infanzia di tutti i tempi. Nato nel 1929 in Germania da un padre pittore, visse gli orrori della guerra e scappò dal fronte per andare a far parte di quello anti-nazista. Lavorò poi come critico cinematografico per la radio, scrisse opere teatrali e recitò come attore; nel 1960 pubblicò il suo primo libro, Le avventure di Jim Bottone, un successo di pubblico a cui seguirono nel 1972 Momo, altrettanto celebre, e la famosissima Storia Infinita nel 1979, da cui fu tratto l'omonimo film (che tuttavia Ende disapprovò profondamente, al punto da cercare di bloccarne la proiezione al cinema e di togliersi dai titoli di coda). Vincitore di numerosi premi prestigiosi, visse a lungo in Italia, oltre che in Germania, e alla morte della prima moglie si risposò con una nuova consorte giapponese, terra che aveva spesso visitato e molto amato. Morì nel 1995 a seguito di un cancro.

Giudizio

Da considerarsi come una delle opere della letteratura per ragazzi più importanti degli ultimi cento anni, una di quelle che rappresentano la base su cui un genere si costruisce, si edifica e prende forma (in questo caso il fantasy, nella sua sfumatura più fiabesca, primiginea e pura), il capolavoro di Michael Ende ha cambiato le sorti del romanzo fantastico come oggi lo conosciamo.

La complessità della trama si costituisce di metaletteratura (un libro che parla di un libro che si trova dentro a un libro), di una storia imprevedibile che non delude mai, di continui cambiamenti, personaggi, mondi da scoprire che meravigliano e fanno sognare. La Storia Infinita è fantasia allo stato puro, è il regno che chiunque di noi percorre quando sfiora le pagine di un libro, è forse la nostra vita stessa, di esseri umani che solcano i confini tra sogno e immaginazione, convinti di star vivendo quando invece, probabilmente, siamo solo personaggi di un libro. Fantàsia è la terra delle storie per eccellenza, il luogo in cui si specchiano le anime mortali dei lettori; e se per i bambini tutto ciò rappresenta un viaggio meraviglioso e stupefacente, per gli adulti è metafora di qualcosa di molto più grande, un percorso iniziatico che attraversa vita, morte e rinascita, bene, male e caos, e che insegna quanto siano preziosi l'amicizia e il saper amare, l'accettare se stessi, lo smarrirsi e il ritrovarsi.

Consigliatissimo!

Particolarità e consigli d'uso

  • Indicato come regalo di Natale per ragazzi che amano leggere e sono appassionati di fantasy.
  • Ideale come lettura per le vacanze da assegnare nelle scuole medie o al primo anno delle superiori.
  • Buon punto di partenza per temi e lezioni sulla metaletteratura e per esercizi di scrittura legati a "Cosa succederebbe se improvvisamente scoprissi che nella storia che sto leggendo sono io il protagonista?"
  • Ottimo per avvicinare i ragazzi in modo semplice ed efficace alla filosofia, alla teologia e alla metafisica.

Segnalo il sito Internet dedicato all'autore.

I libri di Michael Ende sono immancabili nell'infanzia di un bambino e nell'adolescenza di un ragazzo. Vi consiglio di cuore La notte dei desideri (clic sul titolo per leggere la mia recensione).

Altri libri su...

Commenti

Torna indietro