Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.

Recensioni

Gol! n. 33 - Gli undici campioni di Luigi Garlando

Avete mai pensato di regalare a qualcuno a cui tenete una partita di calcio? Certo, incartarla potrebbe essere un problema, ma immaginate l'espressione stupita e felice di chi la dovesse ricevere... soprattutto se quel "chi" è il vostro allenatore...

Fairy Oak – Il Segreto delle Gemelle di Elisabetta Gnone

Il villaggio di Fairy Oak è un posto magico: tra le sue casette pittoresche e gli splendidi paesaggi d'ispirazione nordica abitano creature incantate, in perfetta armonia con quelle prive di poteri. I bambini, magici e non, frequentano la scuola e alcuni dispongono di una fata baby sitter...

Le avventure della Mano Nera di Hans Jürgen Press

Avete mai sentito parlare della Mano Nera? Sono sicura di sì: è un'organizzazione di detectives davvero in gamba, anzi, che dico, in gambissima! Grazie a loro vengono risolti i misteri più difficili e singolari...

Il GGG di Roald Dahl

L'Ora delle Ombre è appena calata quando Sofia, insonne nel suo letto, vede sopraggiungere qualcosa di grande e oscuro dalla finestra dell'orfanotrofio. Qualcosa che indossa una palandrana nera, impugna una sottile tromba in una mano e una valigia nell'altra...

Guidone Mangiaterra e gli Sporcaccioni di Sebastiano Ruiz Mignone

Trovo questo libro una perla rara nel panorama del fantasy per bambini. Dai toni freschi e scherzosi, con scanzonata spensieratezza e divertita immaginazione, Mignone riesce a mescolare l'intreccio classico delle fiabe (la futura principessa che si ammala e ha bisogno di un medico speciale, perché nessun grande mago è in grado di guarirla) con gli elementi più interessanti e favolistici del nostro folklore...

Inkiostrik, il mostro dell'inchiostro di Ursel Scheffler

Inkiostrik è sì un mostro – che la scrittrice non risparmia di descrivere come nauseabondo, amante di tutto ciò che è brutto, orripilante e schifoso – ma fa anche irrimediabilmente ridere. È un mostro poco mostro, insomma. Di cosa potrà mai cibarsi una simile creatura? Di carne umana? Di bambini? Di altri mostri?