Fairy Oak – Il Segreto delle Gemelle

  • Voto:
  • (3/5)
  • Età consigliata: da 8 a 13 anni
  • Editore: De Agostini Editore
  • Genere: Fantasy | Romantico

Descrizione e trama

Questo è il primo libro della saga di Fairy Oak, parte di una trilogia compiuta. Successivamente sono stati scritti altri quattro episodi, per un totale di sette volumi.

Il villaggio di Fairy Oak è un posto magico: tra le sue casette pittoresche e gli splendidi paesaggi d'ispirazione nordica abitano creature incantate, in perfetta armonia con quelle prive di poteri. I bambini, magici e non, frequentano la scuola e alcuni dispongono di una fata baby sitter, una sorta di balia che li accompagna e li sorveglia, prendendosi cura di loro. L'avventura narrata nel libro racconta proprio di una di queste fate, Sefelicetusaraidirmelovorrai, per tutti Felì, ingaggiata dalla famosa strega Lalla Tomelilla per badare alle sue due nipotine. Attraverso i ricordi della creatura il lettore intraprende un viaggio alla scoperta del villaggio, dei suoi abitanti, delle leggi che lo governano e soprattutto di Pervinca e Vaniglia Periwinkle, le sorelle gemelle di cui Felì deve occuparsi.

Se inizialmente le fanciulle sembrano bambine ordinarie, ben presto ci si accorge che non è così: al momento opportuno entrambe manifestano la loro eredità magica riscoprendosi rispettivamente strega del buio e strega della luce, l'una il complementare dell'altra. I poteri arrivano nel periodo giusto, visto che a Fairy Oak, in occasione del solstizio d'estate, qualcosa cambia d'improvviso. Un nemico oscuro e antico, mai dimenticato, torna a minacciare la pace del villaggio e i rapimenti di magici, le piogge e le battaglie si susseguono portando scompiglio nella tranquillità di Verdepiano... Toccherà alla famiglia Periwinkle, alle gemelle e ai loro amici, streghe e magici, fate e persone comuni, intervenire per ristabilire l'equilibrio...

Autrice

Elisabetta Gnone, classe 1965, è un nome conosciuto nel mondo della Disney in Italia. Per anni ha curato diverse pubblicazioni legate a questa azienda, tra le quali spiccano mensili come Bambi, Cip & Ciop, Winnie The Pooh e soprattutto il celebre fumetto W.I.T.C.H., da lei ideato, che ha spopolato in Italia e all'estero. Dopo le avventure delle cinque streghe, Will, Irma, Taranee, Cornelia e Hay Lin, Elisabetta si dedica al mondo di Fairy Oak ottenendo un successo di vendite di oltre un milione di copie.

Illustratrice

C'è da specificare che Fairy Oak ha un vero e proprio team grafico alle spalle: c'è chi si occupa della colorazione, chi degli acquerelli, chi dei disegni. Mi limito qui a citare solamente l'illustratrice principale, ma per ogni approfondimento vi suggerisco di visitare il sito Internet della serie, completo ed esaustivo. Alessia Martusciello, savonese, nasce nel 1969 e nel 1991 comincia a collaborare con la Disney per eseguire alcune storie e copertine delle pubblicazioni di quel periodo. Successivamente illustra il fumetto W.I.T.C.H. e le sue creazioni le permettono di guadagnare tre nomination come miglior illustratrice. Per entrambe vale la pena visitare il sito Internet.

Giudizio

Confesso che inizialmente ero piuttosto diffidente nei confronti della serie in questione, seppur mi incuriosisse. Questo perché sono una cultrice e amante della mitologia celtico-irlandese e ho una visione piuttosto tradizionalista di come si dovrebbe scrivere e raccontare di fate, folletti e creature del Piccolo Popolo. Temevo che Fairy Oak avrebbe semplificato e a tratti banalizzato i personaggi delle leggende e questa mia supposizione si è rivelata esatta. Tuttavia sono rimasta piacevolmente colpita dalla lettura: le illustrazioni sono incantevoli e fresche, molto "fumettose" ed evocative (e ricordano tantissimo la serie W.I.T.C.H.). La trama, nonostante si caratterizzi di elementi poco originali (le fatine buone e luminose sono un baluardo della Disney) e a volte scada nella superficialità (il nemico è un vago "Signore del Buio", la magia è poco approfondita, gli avvenimenti piuttosto prevedibili) risulta appassionante da leggere e fornisce alle piccole lettrici tutto ciò che occorre per farle emozionare e innamorare della saga e dei suoi protagonisti.

Le prime cotte, le amicizie di scuola, lo scoprirsi speciali e dotate di poteri fuori dal comune, il rapporto con la natura, gli animali e le creature viventi, la magia che può spalancare scenari sterminati di nuove possibilità, i personaggi ben caratterizzati, godibili e divertenti... tutti questi ingredienti rendono Fairy Oak una saga innocua e dolce, che insegna i buoni sentimenti, spiega con fantasia la differenza tra luce e oscurità, bene e male, e indaga il delicato rapporto tra fratelli e sorelle, il legame di amicizia e affetto tra compagni e i sentimenti spontanei e sinceri che solo in quell'età intensa e delicata quali sono i dodici anni si possono sperimentare.

Fairy Oak dimostra che la semplicità premia e che una scrittura snella e scorrevole, corredata da illustrazioni e da una trama a episodi che rimandano ai fumetti, guadagna il favore del pubblico e si rende efficace e attrattiva. Consigliato!

Particolarità e consigli d'uso

  • Ottimo da regalare in occasione di compleanni, festività e ricorrenze.
  • Può essere una buona lettura nel periodo estivo, da portare con sé in vacanza.
  • Interessante spunto per costruire costumi di carnevale o di Halloween aventi per tema le streghe e le fate. Sugli stessi argomenti si possono sviluppare laboratori o lezioni incentrate sul solstizio d'estate, sulle leggende celtico-irlandesi, la botanica, le piante e i fiori.
  • Indicato per creare collegamenti con la lingua inglese (il testo contiene molti nomi e parole stranieri).

Consiglio vivamente di visitare il sito Internet della saga, interattivo e ricco di contenuti da scaricare o da fruire in linea per approfondire e giocare.

Il secondo libro è L'incanto del buio. Per tutti i volumi che compongono la serie clic qui.

Dove procurarsi il libro

Formato cartaceo

Altri libri su...

Torna indietro