Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.
Biblion - Merilù Lanziani - La nuova era del fantasy ha inizio

Voglio i miei pidocchi!

  • Voto:
  • (4/5)
  • Età consigliata: da 4 a 6 anni
  • Editore: Edizioni EL
  • Genere: Umoristico

Descrizione e trama

Voglio i miei pidocchi! è un libro fuori dal comune. Abituati come siamo, fin da piccoli, a considerare gli spiacevoli parassiti una vera e propria vergogna, massacrati di prese in giro dai compagni se etichettati come "i pidocchiosi" della classe, resteremo certamente stupiti nello scoprire che Pef elogia questi curiosi esserini, dipingendoli come amici dei bambini piuttosto che come mostri.

Mattia, il protagonista della storia, possiede tutto ciò che un ragazzino potrebbe desiderare (videogiochi, televisore e persino un apribottiglie elettrico!), fuorché un po' di compagnia. I suoi genitori, perennemente assenti o impegnati con il lavoro, non hanno la benché minima intenzione di procurargli una sorellina, perciò lo sfortunato bambino è costretto a trascorrere ogni minuto del suo tempo incollato al teleschermo. Fino a quando un gruppetto di insoliti amici non si presenta a casa sua: i famigeratissimi pidocchi!

Per nulla turbato, il nostro eroe non solo decide di tenere i parassiti con sé, ma per puro caso riesce persino ad addomesticarli, complice una formula magica detta al momento giusto. Hanno così inizio una serie di avventure divertenti e inaspettate. Da una pidocchiartita di pidocchiallone (con i pidocchi divisi in due squadre di calcio), alle nuotate nella vasca tutti insieme (con i pidocchi che usano la testa di Mattia come trampolino per i tuffi), fino ad arrivare alle spruzzate quotidiane di cioccolato sui capelli per dare loro da mangiare... Gli animaletti dormono in scatole di fiammiferi e prima che il loro proprietario si addormenti si avvicinano quanto basta per raccontargli delle storie fantastiche, sopperendo in tutto e per tutto alle mancanze della famiglia; tuttavia, guai a portarli a scuola! Se lo scoprissero la terrificante Maria Rosa, la maestra ammazza-pidocchi per eccellenza, o il temibile Bombardiere, l'insegnante armato di gas velenoso, sì che sarebbero guai seri...

Nonostante gli accorgimenti adottati per mantenere il segreto, però, la mamma coglie Mattia nel bel mezzo di un bagno pidocchioso! L'episodio segna la fine delle loro avventure, e una drastica rasatura di capelli costringe Mattia a salutare per sempre i suoi amici... Ma se ne saranno andati via per davvero?

Autore

Pierre Elie Ferrier (1939), detto PEF, è un autore e illustratore francese di libri per bambini. Oltre al giornalismo, Pef si è dedicato anche alla discografia per l'infanzia e ai cartoni animati. Ha scritto e illustrato più di un centinaio di albi, che sua moglie si è occupata di colorare. Celebre per aver disegnato il famosissimo mostro peloso (qui la mia recensione).

Giudizio

Esilarante e coinvolgente, Voglio i miei pidocchi! nasce per insegnare ai bambini – ma soprattutto ai loro genitori – che avere i pidocchi in testa è un avvenimento più che normale quando si frequenta la scuola e non certo un episodio di cui vergognarsi o per il quale provare ripugnanza. Assecondando il sentimento di simpatia e di curiosità che i più piccoli provano per ogni creatura vivente, parassiti compresi, questo libro sottolinea inoltre come spesso mamma e papà tendano a delegare le loro funzioni genitoriali (affetto, compagnia, tempo dedicato al gioco e al bimbo stesso) alla TV o al videogioco di turno.

Come scrive Pef alla fine del volume, non c'è modo migliore per esorcizzare la paura dei mostri (nel nostro caso, dei poveri pidocchi) se non parlarne apertamente, magari con il sorriso o una risata, invece che essere aggrediti da genitori agitati che accusano scuole e alunni di sporcizia, povertà e sciatteria. 

Consigliato!

Particolarità e consigli d'uso

  • Educativo per chi ha avuto i pidocchi, per smorzare le eventuali prese in giro e sdrammatizzare l'episodio.
  • Divertente per trasmettere ai bambini un'immagine inedita dei buffi parassiti e per permettere loro di parlarne con simpatia invece che con terrore.
  • Indispensabile per imparare il pidocchiese.
  • Interessante anche per un percorso tematico sul nostro corpo, su tutte quelle caratteristiche fisiche "sgradevoli" che però si possono trasformare in elementi di simpatia.

Disponibile anche in versione tascabile nella collana "Un libro in tasca" delle edizioni EL, più economica rispetto all'albo illustrato ma meno adatta in caso i bambini a cui leggete il libro fossero molto piccoli (più il pubblico è giovane, più sono necessarie illustrazioni grandi ed evidenti che si possano seguire facilmente durante la lettura). Se avete amato Voglio i miei pidocchi! vi consiglio di leggere Il mostro peloso, cui è facilmente associabile per lavori tematici (clic sul titolo per leggere la mia recensione).

Compra il libro!

Clicca sull'immagine qui sotto per acquistare il libro in sconto su Amazon! Se non vedi l'immagine, clicca qui!

Altri libri su...

Commenti

Biblion - Merilù Lanziani - La nuova era del fantasy ha inizio
Torna indietro