Un mammut nel frigorifero

  • Voto:
  • (4/5)
  • Età consigliata: da 3 a 5 anni
  • Editore: Babalibri
  • Genere: Umoristico

Descrizione e trama

Avete mai aperto il frigorifero trovandoci dentro un mammut? No? Allora questo è sicuramente il libro che fa per voi.

State in guardia! Sia mai che un bel giorno, affamati, desiderosi di sgraffignare qualche cibaria deliziosa, non vi imbattiate in strani visitatori nascosti tra insalata e uova. Proprio quello che succede al povero Noè che, spalancando il frigorifero, si ritrova faccia a faccia con una gigantesco mammut. Inutile dirvi che rendere partecipe tutta la famiglia della sua scoperta è solo una perdita di tempo, visto che nessuno gli crede. Poi, finalmente, il padre decide di verificare e... sopresa! L'animale c'è per davvero!

Che cosa si può fare in un caso simile? Chiamare il museo? La polizia? Lo spazzaneve? Macché! Bisogna telefonare ai pompieri, che prontamente arrivano, cercano di catturare il mammut e... si fanno mettere nel sacco. Soprattutto quando il grosso intruso si rifugia in cima a un albero e loro decidono che è meglio andare a cuocere le castagne piuttosto che occuparsi della sua cattura. A quel punto c'è da aspettare la notte prima di scoprire che ne sarà del mammut. Ma cosa ci fa un bestione del genere in città? Il mistero è presto svelato, con un colpo di scena finale che non vi farà più guardare la cameretta di vostra sorella con gli stessi occhi, credetemi!

Autore

Michaël Escoffier è uno scrittore francese. Sfortunatamente non ho trovato in Internet alcuna biografia esaustiva, pertanto mi limiterò a copiare quella prelevata dal sito dell'editore italiano di Un mammut nel frigorifero (Babalibri), che tuttavia credo renda bene l'idea sul personaggio: «Nasce in Francia nel 1970. Cresciuto in una famiglia  di triceratopi, scopre presto una passione per la scrittura. Vive a  Lione con moglie e i suoi due bambini.»

Illustratore

Matthieu Maudet, francese anche lui, ha illustrato moltissimi libri, si è  occupato di fumetti e ha collaborato più volte con Michaël Escoffier.

Giudizio

Un libro divertentissimo, dalle illustrazioni vivaci e buffe, che racconta una storia imprevedibile. I vostri bambini non potranno che amarlo!

Michaël Escoffier, qui come in altre opere, pone al centro della vicenda un elemento di spaesamento: com'è possibile che un animale enorme, per giunta estinto, riesca a nascondersi nel frigorifero di casa? E come mai le forze dell'ordine non riescono ad acchiapparlo? Il mondo per come l'abbiamo sempre conosciuto cessa di esistere e si ribalta: i protagonisti indiscussi sono i bambini e le nuove regole quelle della fantasia, grazie alle quali tutto è possibile.

La dinamica del "cosa succederebbe se..." (a questo proposito consiglio La grammatica della fantasia di Gianni Rodari. Potete contattarmi via mail per una bibliografia sul tema più approfondita) prende avvio e con essa una serie di eventualità infinite di cui un mammut nel frigorifero è un degno rappresentante. Alla fine il caos fantasioso sembra tornare sui binari della normalità ma lascia che si insinui il dubbio: siamo sicuri che qualche curiosa creatura non si nasconda davvero all'interno dei nostri luoghi più inviolabili? 

Consigliato!

Questo volume fa parte della bibliografia dei titoli scelti dal progetto nazionale "Nati Per Leggere"

Particolarità e consigli d'uso

  • Avvincente per una lettura animata, magari a più voci, grazie alla grande teatralità della trama e dei personaggi.
  • Ideale per trarne scenette o rappresentazioni. Ottimo come esempio per sviluppare storie e temi in classe a partire dalla regola "Che cosa succederebbe se..." (vedi sopra).
  • Indicato per laboratori e progetti su cosa i bambini nascondono nelle loro camerette o su quali animali domestici possiedono.

Se avete gradito questa lettura vi consiglio Buongiorno dottore e Buongiorno postino della stessa accoppiata autore-illustratore (clic sui titoli per leggere le mie recensioni).

Altri libri su...

Commenti

Torna indietro