Sette giorni a Piro Piro

  • Voto:
  • (4/5)
  • Età consigliata: da 9 a 11 anni
  • Editore: Piemme
  • Genere: Umoristico

Descrizione e trama

Tutti in estate sogniamo di andare in vacanza, magari in qualche località esotica e lontana, meglio se avventurosa, possibilmente senza spendere molto.

Sette giorni a Piro Piro comincia proprio così, con un signore un po' buffo che si reca in un'agenzia viaggi alla ricerca di una buona occasione. Il malcapitato, però, è talmente al verde che sembra destinato a doversi accontentare di una gita di un solo giorno a Roccastorta, un paesello sulle colline della cittadina in cui vive, quando all'improvviso l'impiegato dell'agenzia ha un'idea folgorante: perché non soggiornare a Piro Piro, un'isoletta sperduta nell'oceano Atlantico?

Certo, poco importa se in venticinque anni l'ha visitata un solo turista... e figurarsi se arrivarci in pallone potrebbe essere un problema! Quanto poi al fatto che non si possa fare il bagno per via delle acque infestate dagli squali, tsk!, siamo ben disposti a passarci sopra. Se anche ci sono granchi larghi quanto automobili, farfalle sanguinarie che svolazzano come vampiri in tutto il circondario, frutti velenosissimi e bagni termali pullulanti di pescetti carnivori, il paesaggio vale la spesa. Imparare una lingua come il piropirese sarà senz'altro una passeggiata, non è vero? E avere a che fare con i nativi del posto un'esperienza meravigliosa.

Il prezzo è talmente allettante che il nostro eroe, entusiasta, in quattro e quattr'otto decide di partire. Anche se, diciamocelo, forse avrebbe fatto meglio a pensarci due volte...

Autore

Dino Ticli, classe 1954, è di origine siciliana ma attualmente vive a Lecco. Dopo essersi laureato in geologia è diventato insegnante di scienze in un liceo e collaboratore del Museo di Storia Naturale di Merate. Ha pubblicato numerosi libri con importanti editori per ragazzi italiani e Sette giorni a Piro Piro gli è valso il Premio Pennino d'oro nel 1996. Nel sito Internet dedicato all'autore potete trovare numerosi contenuti e l'elenco aggiornato di tutte le sue pubblicazioni.

Illustratrice

Chiara Carrer, veneziana, è un'illustratrice e scrittrice di libri per bambini. Lavora nel settore da oltre vent'anni e ha vinto i premi più prestigiosi (Apel Les Mestres, Andersen, Battello a Vapore, Bologna Ragazzi Prima Infanzia, UNICEF...), pubblicando oltre cento volumi dedicati all'infanzia.

Giudizio

Sette giorni a Piro Piro è un libro estremamente divertente. Le disavventure che vive il protagonista sono esilaranti e strappano un sorriso a grandi e piccoli, catapultando il lettore in una storia spassosa in cui sembra che la sfortuna non abbia mai fine. Tutto ciò che di peggio potrebbe capitarvi in una vacanza a Piro Piro succede e tante situazioni spesso fronteggiate da chiunque di noi sono ben mimetizzate nell'ambientazione esotica e surreale (dal perdere la valigia durante il volo alla terribile cucina locale in cui ci si imbatte all'estero, dal non riuscire a comunicare in un'altra lingua al farsi trascinare in gite organizzate, spesso disastrose o persino pericolose). Le illustrazioni, semplici e immediate, disegnate a carboncino, ricordano molto degli scarabocchi a matita appuntati su un diario di viaggio, e la narrazione ripartita in questa formula si rende di facile lettura per i bambini, permettendo loro di immedesimarsi in un turista sprovveduto alle prese con un'isola piena di (simpatiche) minacce.

Oltre la patina umoristica si nascondono insegnamenti più profondi: la conoscenza di se stessi e dei propri limiti; il coraggio che spesso non siamo in grado di tirare fuori; il confronto con "l'altro", con il diverso, con culture e tradizioni lontane dalle nostre; il tema del viaggio come percorso di crescita e di cambiamento; le radici ataviche e remote di civiltà lontane; e, sopra a ogni cosa, l'importanza del linguaggio e della comprensione, il significato attribuibile a una parola, l'essenzialità dei gesti e dell'intonazione quando ci si esprime, la facilità con cui si viene fraintesi. Certamente una lettura originale e coinvolgente, da consigliare alle classi durante le vacanze estive o da regalare ai bambini in occasione di un viaggio. 

Consigliato!

Particolarità e consigli d'uso

  • Ideale da portare in vacanza, sia come lettura da spiaggia che come passatempo in occasione di lunghi viaggi.
  • Ottimo spunto di partenza per temi legati al diario di viaggio, alle culture diverse, all'esotico, al confronto con tradizioni e rituali lontani dal nostro, all'esplorazione di terre straniere comprendenti flora e fauna e associabili a laboratori di scienze e di storia.
  • Indicato per lavori sul linguaggio, sulla creazione di nuove lingue, sulla gestualità, l'intonazione, la sillabazione, gli accenti nelle parole.Si presta per adattamenti teatrali e letture animate, di gruppo e coinvolgenti più bambini.

Altri libri su...

Commenti

Torna indietro